Le pratiche di WBO – Tra crisi e insolvenza

 18,00

Dove sono gli uomini responsabili? È un quesito, questo, che dovrebbe scuotere nel profondo l’animo degli uomini e delle donne che vivono nella società d’oggi.

20 disponibili

  

Il lavoro ha avuto l’obiettivo di analizzare e comprendere la “rigenerazione delle imprese” dal fallimento. Si sviluppa in tre parti: nella prima si affrontano le pratiche di Leverage Buyout nella seconda parte si analizzano le finalità del Workers Buyout, nella terza e ultima parte si approfondiscono i casi siciliani d’impresa rigenerata.

Dal 2008 ad oggi, sono circa 100 le aziende italiane fallite e rigenerate dai dipendenti con la trasformazione in cooperative. Il Workers Buyout oggi coinvolge 8mila lavoratori (15mila con l’indotto) e muove un fatturato superiore a 200 milioni di euro. Da nord a sud: la distribuzione dei WBO racconta di una prevalenza al Nord, con il 43% delle esperienze in atto, seguita dal centro con il 30% e sud e isole al 27%.

Ma come nasce un WBO? Il concetto è lo stesso del Fondo di Rotazione della Legge Marcora, che oggi ha raggiunto 96 milioni di euro, e un tesoretto aggiuntivo di 20 milioni di euro introdotto con un Decreto Ministeriale del 2014. Tutti hanno un unico filo conduttore, la capacità del territorio e delle persone di riorganizzarsi. Di trasformare un default aziendale in una storia di successo imprenditoriale. Tutto questo è possibile grazie alla formula cooperativa che esalta la capacità di organizzazione delle persone. I due casi più importanti in Sicilia, sono stati: il Birrificio Messina e il Centro Olimpo di Palermo.

Copertina

Morbida

Pagine

92

Dimensione

15,5×23 cm

Rilegatura

Brossura filo refe

Anno

2020

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Le pratiche di WBO – Tra crisi e insolvenza”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Updating…
  • Nessun prodotto nel carrello.